Aprire un centro scommesse con i finanziamenti alle imprese

Aprire un centro scommesse con i finanziamenti

Aprire un centro scommesse con i finanziamenti alle imprese

Finanziamenti alle imprese per aprire un centro scommesse

Il business delle scommesse sportive e del gioco d’azzardo, quando si è proceduto alla legalizzazione di questo settore, ha conosciuto in Italia uno sviluppo straordinario. Non è raro vedere nelle città italiane diversi centri scommesse anche a pochi metri di distanza l’uno dall’altro. Si tratta, dunque, di un settore che fa gola ormai a molti e sono tante le persone che si stanno interessando all’apertura di un’agenzia di scommesse. Bisogna, però, guardare prima di tutto all’aspetto economico. Le varie forme di finanziamenti alle imprese potrebbero permettere di raggiungere la cifra che serve per aprire il centro scommesse. I finanziamenti alle imprese attualmente disponibili sono di vario genere. Ci sono finanziamenti europei, statali e regionali, spazio anche ai prestiti delle banche e ai cosiddetti prestiti d’onore. Anche se si riesce ad ottenere un contributo nell’ambito dei programmi di finanziamento alle imprese previsti da enti o altre istituzioni è consigliato, prima di aprire un centro scommesse, fare un’affiliazione con agenzie che dispongono delle licenze necessarie per le quali i costi da sostenere potrebbero essere davvero proibitivi.

Aprire un centro scommesse: ecco cosa occorre

Prima di poter dare vita al proprio centro scommesse occorrono diversi elementi. Innanzitutto, bisogna scegliere se optare per un franchising oppure aprire l’agenzia di scommesse in maniera autonoma. La prima condizione assolutamente da rispettare per l’apertura di un centro scommesse è l’ottenimento della licenza AAMS (dopo vedremo come fare per procurarsela). Altri aspetti importanti sono quelli che riguardano il locale. C’è bisogno di possedere un locale che sia più grande di 10 metri quadrati. Inoltre, bisogna provvedere ad allestire schermi giganti, a sottoscrivere un abbonamento ad Internet per dotarsi di una connessione veloce e di un abbonamento ad un servizio televisivo pay per view per la visione di eventi sportivi. Non deve, inoltre, mancare una postazione adibita al pagamento delle scommesse nonché un’insegna luminosa ben visibile. Dal punto di vista delle tempistiche si tratta di un procedimento non proprio brevissimo. I controlli e le formalità burocratiche da espletare sono tante, dunque bisogna armarsi di pazienza ed attendere il completamento di tutte le pratiche prima di poter intraprendere l’attività.

Aprire un centro scommesse: ecco come ottenere la concessione AAMS

Cominciamo subito col precisare che chi sceglie di aprire un centro scommesse in franchising, utilizzando il marchio di un brand presente sul mercato di riferimento, non ha bisogno della licenza AAMS in quanto essa è stata già ottenuta dalla società affiliante. Discorso diametralmente opposto, invece, per chi vuole aprire da zero un centro scommesse senza franchising. In tal caso, il rilascio della licenza AAMS è condizione indispensabile per l’inizio dell’attività. Per inoltrare la richiesta per la concessione AAMS (Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato) bisogna scaricare il modulo presente sul sito ufficiale della Polizia di Stato. La domanda, una volta compilata in tutte le sue parti, non andrà consegnata subito ma bisognerà prima aspettare l’uscita del bando di concorso che viene periodicamente emanato sempre dall’AAMS. Trattandosi di un esercizio commerciale, sarà necessario iscrivere l’attività al Registro delle Imprese e aprire una Partita Iva. Infine, è necessario avere anche una licenza di pubblica sicurezza che viene rilasciata dalla Questura. Chi ha precedenti penali non potrà essere titolare del centro scommesse.

Condividi:

2 comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.