Auto ibrida: pro e contro

La rivoluzione nel campo delle automobili è in marcia. La Norvegia, ad esempio, dal 2025 ha bandito tutte le auto che circolano a combustibile classico, il derivato degli idrocarburi (benzina e gasolio), ormai le auto elettriche sono diventate una realtà in predicato di prendere corpo, non appena si amplia la rete distributiva (fattore su cui sta puntando molto Tesla, che produce auto elettriche di qualità ad alte prestazioni).

Le auto ibride rappresentano una tappa di passaggio per chi prima o poi vorrà o dovrà passare all’elettrico. Funzionano con doppia alimentazione, dove l’elettrico fa la parte complementare e subentra in determinate condizioni. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’auto ibrida. Come funziona concretamente e quali sono le prospettive future?

L’auto ibrida per le famiglie più famosa è senza dubbia la Toyota Prius. Diffusissima negli Stati Uniti, contraddistingue quei proprietari che sentono di avere un conto da pagare rispetto all’inquinamento, in opposizione ai diffusissimi modelli SUV che ormai impestano anche le strade delle nostre città (mentre dovevano essere concepiti per un trasporto più extraurbano).

I vantaggi dell’ibrido

La guida di una macchina ibrida non è simile a quella dell’auto tradizionale. La percorrenza dei chilometri e dunque l’autonomia risentono della tecnica di guida. Facendolo in modo corretto si aumenta il chilometraggio. La sensazione di potenza tipica all’inizio sembra non esserci, ma l’accelerazione è uniforme, anche se il motore alla lunga rende di più. In particolare l’alimentazione elettrica esige molta dolcezza.

In città è perfetta
L’ibrido ovviamente consente meno consumi soprattutto in città. È stato notato che il consumo di benzina aumenta proprio in città, con continui stop e il motore a basso regime. Ogni volta che ci si ferma ai semafori o nelle code, il sistema genera più elettricità che può essere utilizzata per le basse velocità, ottenendo una resa efficiente e bassi consumi del carburante classico.

Non solo meno consumi
Il vantaggio competitivo dell’ibrido non sta solo nei minori consumi: come bollo paga d meno perché la spesa per esso viene calcolata esclusivamente sui cavalli potenza del motore a diesel o benzina. L’ibrida ha meno cavalli da questo motore compensando con la spinta dell’elettrico. Spesso compagnie assicurative e regioni offrono degli incentivi, esonerando dal pagamento del bollo i possessori di auto ibride.

Si stanno diffondendo le auto ibride plug in. Queste auto possono sostanzialmente ricaricare la batteria elettrica dai caricatori esterni, compresi quelli di casa con un sistema di caricabatterie facile e che limita non poco lo soste dal benzinaio. Nelle auto ibride, infatti, la componente elettrica si ricarica grazie al motore a combustione. Le plug in sono un avanzamento verso la versione elettrica completa.

Le auto ibride inoltre consentono risparmi nel lungo termine, se non per noi almeno per nostri figli. Grazie al calo di emissioni l’ambiente e l’atmosfera saranno più puliti. Questo effetto si riverbera positivamente in tanti ambiti: l’aria più pulita riduce la possibilità di contrarre gravi malattie o allergie o altri disturbi incidendo meno sulla spesa sanitaria della comunità di ogni singolo centro.

Si pensa erroneamente che le auto ibride abbiano componenti più costosi da riparare, ma non è assolutamente così. La batteria funziona perfettamente e il prezzo iniziale, sopra la media delle auto normali, è facilmente abbattuto in una lunga durata fatta di qualità e risparmi costanti su bollo e consumi.

Il mantenimento dell’auto è meno costoso, su questo non ci piove. I cambi dell’olio saranno meno frequenti e ci sarà meno usura complessiva sul motore.

Quali sono i contro di un’auto ibrida?

Essendo un’auto che dipende dalla benzina o dal gasolio anche per l’alimentazione elettrica, è chiaro che subisce gli stessi rincari delle auto a combustione termica. Inoltre ad alte velocità non è la stessa cosa. L’efficienza massima di una ibrida è in città, in autostrada perde in efficienza rispetto alle auto tradizionali.

Il piacere della guida è importante e la totalità delle ibride ha la trasmissione automatica, per cui non c’è quello smanettare sulla marcia che piace soprattutto in una guida sportiva. Oltre a dare la sensazione di essere una macchina nel complesso meno grintosa. Ma il futuro è tracciato e come dimostra Tesla – che per adesso propone prezzi molto elevati – è possibile arrivare ad auto completamente elettriche con notevoli prestazioni.

Condividi:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.