Cosa fa la gestione delle risorse umane

Trovare una definizione di gestione delle risorse umane univoca e perfetta non è semplice. A prima vista si potrebbe parlare di quella persona o quella staff di persone che si occupano di come opera un’organizzazione dal punto di vista dell’impiego dei dipendenti. Riguarda quindi la forza lavoro e come essa viene gestita sotto ogni punto di vista: innanzitutto quello lavorativo, poi quello sindacale, quello personale e in generale sotto ogni punto di vista civilistico. I dipendenti cosa fanno? Come vengono impiegati? Quali sono i punti di forza di un reparto? Cosa si potrebbe migliorare? Ma la gestione non si limita a questo. Deve affrontare anche casistiche particolari, privatistiche: ad esempio la stipula dei contratti di lavoro, la dispensa dei permessi per malattia, gravidanza, l’organizzazione dei turni e delle ferie, gli aspetti fiscali e quelli sindacali, il computo dei contributi e dei trattamenti di fine lavoro, le promozioni, la formazione. Insomma, il lavoro delle risorse umane, soprattutto nelle grandi organizzazioni, come le imprese superiori ai 15 dipendenti, deve essere affrontato da personale qualificato.

La gestione delle risorse umane nelle imprese

Il campo delle risorse umane si esplica al meglio nel lavoro di impresa. In questo caso bisogna far coincidere l’interesse del datore di lavoro, che spesso è di mero profitto, con quello dei lavoratori (che dalla prestazione d’opera vogliono trarre un profitto commisurato al loro impiego e alle loro competenze). All’interno di un’azienda, solitamente, il responsabile delle risorse umane si occupa di quanto segue:

  • Connettere al meglio la forza lavoro con il management condividendo valori e obiettivi di medio lungo termine.
  • Pianificare e coordinare la forza lavoro di un’organizzazione per utilizzare al meglio i talenti dei dipendenti.
  • Pianificare e supervisionare i programmi previdenziali per i dipendenti
    Servire come consulente di altri manager consigliandoli su questioni relative alle risorse umane, come le pari opportunità di impiego e le molestie sessuali nell’ambito del posto di lavoro.
  • Coordinare e supervisionare il lavoro degli specialisti e del personale di supporto
    Supervisione dei processi di reclutamento, colloquio, selezione e assunzione per un’impresa, uno stabilimento, un punto vendita.
  • Gestire le questioni relative al personale, come la mediazione delle controversie e la direzione dei procedimenti disciplinari.
  • Ogni impresa desidera attrarre, motivare, mantenere dipendenti qualificati e associarli a lavori per i quali sono adatti. I responsabili delle risorse umane raggiungono questo obiettivo dirigendo le funzioni amministrative dei dipartimenti delle risorse umane. Il loro lavoro comprende la supervisione dei rapporti con i dipendenti, la garanzia dell’osservanza delle leggi e l’amministrazione di servizi relativi ai dipendenti, come la retribuzione, la formazione e i premi di produzione.
  • I responsabili delle risorse umane si consultano anche con i massimi dirigenti per quanto riguarda la pianificazione strategica dell’organizzazione e la gestione dei talenti. Essi identificano i modi per massimizzare il valore dei dipendenti dell’organizzazione e si assicurano che siano utilizzati nel modo più efficiente possibile. Ad esempio, possono valutare la produttività dei lavoratori e raccomandare cambiamenti alla struttura organizzativa per aiutare l’organizzazione a raggiungere gli obiettivi di bilancio.

Figure speciali

I direttori delle relazioni industriali, chiamati anche responsabili delle relazioni con i dipendenti, sovrintendono alle politiche occupazionali in ambito sindacale e non sindacale. Essi redigono, negoziano e amministrano contratti di lavoro che coprono questioni come le lamentele, i salari, i benefici, le pratiche sindacali e di gestione. Gestiscono anche i reclami in materia di diritto del lavoro tra i dipendenti e la direzione, e coordinano le procedure di reclamo.

I contabili supervisionano le operazioni del dipartimento contabile di un’organizzazione. Essi garantiscono che tutti gli aspetti relativi alle paghe siano trattati correttamente e in tempo.

I cacciatori di teste si occupano del reclutamento. In aziende più grandi questo processo può essere affidato all’esterno, tramite società di consulenza aziendale.

 

Condividi:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.