Riattivo

Idee e contributi

Cosa è il noleggio a lungo termine

Pubblicato il da in Lavoro

Il mondo dell’automobile ha dimostrato tante volte che le innovazioni di tipo tecnologico, fiscale e delle abitudini di guida, rappresentano un buon modo per smuovere le acque e rilanciare un settore. Se pensiamo agli incentivi fiscali e alla rottamazione, abbiamo in mente due situazioni di finanziamento che possono essere utilizzate per ottenere dei benefici economici in previsione dell’acquisto di un’auto nuova.

Tuttavia il costo dell’auto è aumentato in proporzione al potere di acquisto degli italiani ed è per questo motivo, che sempre più persone stanno valutando formule alternative per disporre di un’auto nuova e funzionante, che non dia problemi e che serve per lavoro.

Il noleggio a lungo termine tra le soluzioni proposte dal mercato è quella che sta raggiungendo la popolarità tra le aziende i professionisti. Con il noleggio a lungo termine ci sono degli evidenti vantaggi, ma anche qualche svantaggio, anche se in Italia – come al solito – riusciamo a rendere la pratica più complessa del necessaria.

Immaginiamo di dover acquistare un’auto per il lavoro, in qualità di agente, rappresentante o di manager che deve spesso viaggiare per incontri. Ammesso e non concesso che possa utilizzare l’auto in altre occasioni, la prima destinazione è quella del lavoro e ciò spiega il grande successo del NLT (noleggio auto a lungo termine). Immaginate il classico noleggio dell’auto per 2-3 giorni: c’è una franchigia da pagare di qualche decina di euro, dipende dal modello e dalla zona dove vi trovate. Il noleggio per un’intera settimana, come capita nei luoghi di vacanza, può costare un po’ di più. Il noleggio a lungo termine in fondo riprende questa fattispecie di negozio giuridico, ma estendendolo per un periodo decisamente più lungo. L’aumento del periodo di noleggio fa sorgere altri diritti e altri obblighi che si legano all’utilizzo. In sostanza: in cambio di un canone mensile si ottiene il diritto all’utilizzo esclusivo dell’auto per un certo numero di mesi (di norma non inferiore ai 36 mesi). Il costo copre un numero di chilometri presunto che si pensa di percorrere e nella stessa cifra possono essere incluse i costi aggiuntivi come l’assicurazione Kasko (che assicura una copertura completa e complementare alla classica Rc Auto).

I vantaggi del noleggio a lungo termine sono ancora maggiori se si pensa che tutte le pratiche vengono fatte dall’azienda che si occupa del noleggio: quindi l’assicurazione, le tasse di proprietà, l’imposta di bollo, l’assistenza e soprattutto la manutenzione ordinaria e straordinaria (cambio dell’olio, visita dal meccanico per un problema et cet.). Essendo una sorta di locazione, la prima rata del noleggi a lungo termine normalmente è più alta di quelle a seguire, anche per fissare l’impegno dell’automobilista a pagare per un tot di mesi. Ma a differenza dell’acquisto, alla fine non è prevista una maxi rata. La differenza con l’acquisto definitivo di una macchina nuova è quindi evidente: il pagamento rateale è decisamente più basso, non ci sono maxi rate finali da pagare, i costi di gestione sono assorbiti dalla finanziaria che opera il noleggio.

Ciò che non si ha rispetto all’acquisto tradizionale è la proprietà del bene e quindi il possesso di un valore reale che può essere fatto valere in sede di permuta o di vendita. L’auto nuova diventa usata una volta finita la fase di rodaggio e pian piano, nel corso degli anni, a seconda del modello, dei chilometri percorsi, dello stato generale del veicolo, essa perde valore. Ma non si azzera se non dopo 10-12 anni. Il prezzo di un’auto nuova in pratica rientro con l’uso continuato, considerando però che col passare degli anni aumentano le spese di manutenzione.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.