Evitare lo stress da lavoro digitale a casa

Una delle conseguenze dell’innovazione tecnologica è che il mondo dei servizi sta modificando le abitudini lavorative. Lavorare online, spesso da casa, per tagliare le spese, costituisce una comodità secondo i più, ma in realtà le possibilità di stressarsi e raggiungere la soglia massima di sopportazione sono molto elevate. I pro del lavoro digitale da casa sono presto detti e si conoscono tutti, ma non si conoscono i contro. Quando parlo con i miei amici, che in genere svolgono attività di ufficio, escono di casa alle 7, timbrano alle 8, sono a casa alle 14 e finiscono la giornata lavorativa a orari umani, con due rientri settimanali, spesso mi prende lo sconforto. Eppure non capiscono. In effetti il lavoro digitale da casa ha qualche aspetto positivo.

Ad esempio gli orari sono abbastanza flessibili: si può iniziare a lavorare più tardi o comunque finire dopo, si possono fare “interventi” e operazioni anche dopo cena, ci si può prendere una maggiore libertà. Inoltre non ci sono spese aggiuntive, non ci si deve immergere nel caos del traffico cittadino e spendere altre ore in attività inutili e controproducenti come gli spostamenti. Tutto vero, queste sono autentiche comodità. Ma la verità è che comunque l’orario di lavoro è condizionato dalle richieste dei clienti, che spesso sono aziende tradizionali che hanno uffici con regolari orari di lavoro che vanno dunque rispettati. Il punto maggior di svantaggio è dato comunque dal fatto che l’eccessiva flessibilità finisce per comportare eccessiva disponibilità. Alla fine si lavora troppo e male. Inoltre il lavoro digitale crea disconnessione. Non ci sono colleghi di lavoro, non si conoscono nuove persone all’interno del proprio lavoro che non siano distanti, non ci sono momenti di pausa e di ricreazione con altre persone. Ci si sente come intrappolati all’interno di un imbuto, spinti sempre più giù, nell’ambito di dimensione isolante, che non ha appigli col mondo reale. Questa dimensione completamente digitalizzata crea fatica, stress, disorientamento e fatica e provoca risposte ormonali che hanno degli effetti nocivi sulla salute (la mancanza di socializzazione è nociva).

Per lavorare meglio occorre mettersi dei limiti. Non è vero che bisogna lavorare da casa come se si lavorasse in ufficio, ma è bene imporsi dei limiti di orario anzitutto. Superate le sette otto ore giornaliere si è di fronte a un supplizio. Ne vale la pena lavorare così tanto e perdere in socializzazione? Se si guadagna abbastanza le ore in più vanno date in outsourcing ad altre persone, iniziando a diventare manager del proprio lavoro e non schiavi. Ovviamente il fatto di avere la connessione e il computer a portata di mano 24 ore al giorno per 7 giorni, spesso comporta di lavorare anche il sabato e la domenica. Si può fare per una volta al mese, ma non con regolarità. Inoltre su internet c’è il rischio di doverci stare anche per piacere. Ad esempio, lavorando spesso online per me è impossibile perdere tempo su Facebook o altri social network. Meglio impostare diversamente gli orari: ad esempio evadere le mail al mattino appena iniziato, quindi svolgere i primi due task, interrompere per una pausa (che può essere utilizzata per leggere un libro, fare movimento, uscire a fare shopping o una passeggiata). Solo dopo aver completato i task fondamentali pranzare e verificare se c’è altro da fare. Il lavoro dev’essere svolto nel più breve tempo possibile, focalizzando il proprio impegno al massimo per qualche ora e lasciandosi la libertà di tornare a fare qualcosa nelle ore rimanenti. Sono spesso le distrazioni ad allungare le ore di lavoro, con la sensazione di aver fatto nulla, anche dopo aver fatto tanto.

Il mio metodo dunque consiste nel lavorare parecchio durante la mattinata, ridurre al minimo le distrazioni e terminare qualche task nel pomeriggio (ad esempio delle telefonate su Skype) limitandomi a una, due ore di lavoro aggiuntivo.

Condividi:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.