Fare il programmatore freelance

freelance-tipsLavorare all’interno di una web agency dà delle soddisfazioni: lavorare in team, partecipare a un progetto, crescere e avanzare di grado. Ma la realtà delle web agency italiane, tranne qualche rara eccezione, è molto piccola. Spesso le web agency lavorano con free agent che si dividono tra tre, quattro committenti, facendo lavori di programmazione su progetti ben definiti. Il programmatore è colui che ha a che fare con i codici di scrittura del web e dei software. Una volta che il codice è stato inserito e viene interpretato dal computer, i risultati visibili a display appaiono a tutti. Il programmatore dunque è chiamato a scrivere stringhe di comando interpretabili dalle macchine e leggibili dagli umani. Perché questo avvenga è necessario che il programmatore ci lavori scrivendo linee di comando, che in genere chiamiamo “programma”: questo va mandato in produzione dopo attente fasi di sviluppo chiamate “beta” e il programmatore è chiamato al mantenimento e all’assistenza.

Tutto quanto nei computer, dai giochi ai siti web, richiede del codice per lavorare. I sistemi di autenticazione in una banca online o in un forum, i carrelli di e-commerce, tabelle riepilogative, e persino i più semplici design delle pagine web, richiedono che vi sia un programmatore in grado di scrivere delle linee di comando. Prendiamo WordPress, il famoso programma open source per la gestione di contenuti e la pubblicazione di un blog: esso funziona come un “programma”, come una serie di script e comandi ben definiti e coordinati che fa si che risponda a semplici comandi via web.

Che competenze deve avere un programmatore freelance che si ponga come obiettivo quello di lavorare per tre o quattro web agency? Un programmatore non solo deve conoscere il linguaggio del web e deve poterlo scrivere e riprodurre, ma deve anche saper lavorare a progetto, ideando e scrivendo il codice per delle specifiche applicazioni, su richiesta del committente. Se questi richiede, per esempio, un modulo di booking per i suoi clienti proprietari di siti web per alberghi, egli dovrà fare in modo che la scrittura del programma consenta di prenotare camere, pagare la prenotazione, scegliere le date. L’esperienza lo porta  a duplicare le linee di programma che hanno avuto successo: uno script si comporta sempre allo stesso modo, se si ricrea l’ambiente software adeguato.

Molte web agency si trovano bene ad assumere dei freelance. C’è un vantaggio economico dato dal fatto che non bisogna pagare contributi, inoltre lavorano sulla base di un progetto, con i mezzi del freelance, non incidendo quindi sulle spese elettriche, di utilizzo dei computer, dello spazio di lavoro, delle spese di trasferimento, nonché delle ferie pagate. Per il freelance il vantaggio consiste nel lavorare con flessibilità di orari, da casa, di scegliere quali lavori eseguire e comunque di lavorare, avendo una compensazione in denaro che può crescere se sa trovare più clienti.

Condividi:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.