I lavori più promettenti del futuro

Dopo aver elencato i lavori che non conviene più fare se si vuole avere una carriera remunerativa, passiamo oggi in rassegna le professioni che secondo Forbes hanno maggior futuro. Si tratta di lavori la cui domanda è prevista in aumento. La curva dell’aumento è data da una serie di contingenze fattuali e previsionali. Nell’analizzare il lavoro del futuro bisogna tenere conto di queste condizioni:

– l’aumento della domanda, che è la base di ogni offerta di lavoro. Se la domanda aumenterà allora ci sarà maggior necessità.

– l’aumento della popolazione che entra nel raggio dei paesi sviluppati. Più paesi accedono a tecnologie, maggiore è la richiesta di servizi.

– l’aumento dell’aspettativa di vita. Maggiore è l’aspettativa di vita, maggiore è la necessità che una professione estenda il proprio campo.

Fate queste debite precisazioni andiamo a vedere quali lavoro conviene intraprendere per chi oggi, per esempio, sta iniziando le scuole superiori e deve ancora formarsi da un punto di vista della personalità, delle aspirazioni e dei desideri. Spesso quando si è bambini si pensa di fare il lavoro della mamma o del papà. Quando si cresce si desidera essere qualcos’altro, ma raramente si guarda al futuro, spesso si guarda al passato, a ciò che c’è intorno, non scegliendo quasi mai una professione promettente.

  1. Infermiere specializzato. Anche in Italia la necessità è impellente. Mancano infermieri specializzati. È un lavoro massacrante, impegnativo, ma serve: l’invecchiamento della popolazione e la maggior aspettativa di vita richiedono personale, così come le migliorate condizioni generali con l’assistenza a casa (a seguito di tagli al welfare).
  2. Personale di vendita e commerciali. Gli agenti di commercio saranno sempre necessari, perché le vendite animano il commercio. Persone dotate di iniziativa possono avere successo catturando buone provvigioni. Il segreto è scegliere di rappresentare un prodotto o servizio innovativo e che promette tanto.
  3. Medici a domicilio. La rivoluzione del settore passa dal soccorso a casa, per problemi di piccolo conto. Anziché recarsi al Pronto Soccorso per una ingessatura, il medico o il paramedico arriva e sistema tutto a casa. Soprattutto libera gli ospedali dei casi di piccolo conto, fa il paio con l’infermieristica specializzata a casa.
  4. Impiegati di aziende di servizi. Personale di supporto ai ruoli importanti, in aziende di servizi che soppiantano quelle manifatturiere: servizi legati alle telecomunicazioni, ai trasporti, alla salute, alla logistica.
  5. Preparazione del cibo: cuochi, camerieri, fast-food, chef a domicilio, catering. Mangiare serve sempre, non manca la richiesta di occupazione specializzata per tutti questi settori.
  6. Servizi al consumatore. Assistenza, servizi di support per tutte quelle tipologie di servizio sviluppate a seguite dell’espandersi della nuova economia che prevede una crescita scalare della logistica (si pensi ad Amazon o all’e-banking), dei trasporti, delle comunicazioni, dell’informatica.
  7. Autisti specializzati per trasporto su gomme. Camionisti in particolare: professione prima molto sviluppata, passava di padre in figlio, ma oggi ha poca fortuna per gli orari molto pesanti e la tendenza a passare molte ore lontano da casa. Eppure i progetti di sviluppo dei paesi ricchi non possono mentire: si rifanno le strade, le merci viaggiano al doppio che in passato e non possono non servire persone coinvolte nella logistica e nei trasporti.

– fine prima parte.

Condividi:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.