importanza formazione professionale

Importanza della formazione professionale

Trovare un lavoro non è facile, soprattutto quando non si hanno competenze specifiche. Queste possono venire da un titolo di studio, dall’esperienza accumulata negli anni o dalla formazione professionale. Nel caso dei titoli di studio è evidente che spesso vengono accompagnati da un’intensa fase di tirocinio o prova, proprio perché non si diventa esperti del tutto, anche dopo anni di studio. Si migliora costantemente e la natura del lavoro spesso impone corsi di aggiornamento costanti.

La formazione professionale in Italia viene affidata alle regioni e agli enti privati. Le regioni organizzano corsi riconosciuti che consentono di ottenere punteggio ed esperienza per acquisire conoscenza professionali.

La formazione professionale è importante sotto due punti di vista:

  • In prima istanza con la formazione professionale si ottengono delle competenze che consentono di svolgere un lavoro. Per esempio, la regione nota che in un dato settore mancano competenze e professionalità. Per cercare di colmare la lacuna può indire dei corsi di formazione, consentendo di frequentarli a tutte le classi di reddito, offrendo quindi degli incentivi economici a farlo, nonché delle condizioni economiche vantaggiose. Ad esempio, manca personale qualificato per occuparsi dei parchi e dei giardini: indice un corso per insegnare questo mestiere. Quindi la formazione professionale oltre a far acquisire competenze e immettere nel mercato del lavoro nuove professioni, occupa anche un ruolo strategico all’interno delle dinamiche del mercato del lavoro.
  • In secondo luogo la formazione professionale, armonizzandosi alle richieste della domanda di lavoro, corregge l’offerta allineando le competenze richieste con quelle offerte. Questo fattore è decisivo sia nel caso si parli di conversione delle competenze di lavoratori precedentemente occupati, sia in risposta all’adeguamento professionale reso necessario dall’avanzamento tecnologico. Oggi molte professioni sono state travolte dalla rivoluzione informatica e digitale. I lavoratori di queste attività in crisi hanno poche alternative: la formazione professionale è la risposta migliore. Non è un caso che anche in casi in cui l’azienda non entri in crisi, essa organizzi dei corsi di formazione per mantenere intatta la sua presenza nel mercato. Questo, infatti, va avanti a dispetto delle crisi. Avere delle maestranze incapaci di adeguarsi è un errore che il datore di lavoro pagherà caro.

Un aspetto sottovalutato riguarda la formazione dei professionisti. Questi devono agire secondo il proprio impulso: aggiornarsi o rimanere indietro fidandosi del proprio sapere? In realtà la formazione professionale per questa tipologia di lavoratori potrebbe essere una maniera, ed ecco perché.

Molte professioni non assolvono a un compito isolato. Pensate alla costruzione della casa, prendiamola come esempio: devono intervenire gli impiantisti, mettere su l’impianto idraulico, quello elettrico, le tubature, le pavimentazioni gli infissi. Anche se queste figure professionali sono inquadrate in autonome aziende o partite IVA esse agiscono simultaneamente sullo stesso progetto. Fanno rete, senza volerlo. Il professionista che partecipa a corsi di aggiornamento professionale entra in contatto con altre professionalità dello stesso settore, facendo rete, quindi avendo la possibilità di allargare il proprio portfolio clienti. Se a un cliente serve quella specifica professionalità incontrata in quel corso, perché non offrirgliela?

I professionisti naturalmente possono affinare le loro competenze acquisendo le abilità richieste per stare sul mercato. Abbiamo parlato con un professionista che lavora su internet, nel campo della grafica web, una professione soggetta a continui cambiamenti: “potrei rimanere passivo e pensare di conoscere abbastanza il mio lavoro, ma non è così. Quando incrociate un sito vecchio o fatto male i motivi sono due: il committente non ha voluto rinnovarlo, nonostante le insistenze del web designer, oppure questi non si è posto il problema perché evidentemente non è aggiornato. Anche se si possono acquisire nuove conoscenze via internet, leggendo tutorial e testandoli da sé, i corsi di formazione e gli appuntamenti del settore sono fondamentali per prendere confidenza con i nuovi strumenti, capirne l’importanza, conoscere gli aspetti decisivi, come sapere quando usare una soluzione piuttosto che un’altra”.

Inoltre i corsi di formazione, tanto in azienda, quanto nella logica della professione, sono importanti perché rappresentano un momento di pausa con il quale si stacca dalla routine giornaliera. Si conoscono nuove persone, si capisce come funziona il mercato, si frequenta un ambiente stimolante, che aiuta a crescere e quindi in definitiva ad avanzare nella propria professione.

Condividi:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.