L'importanza di un conto corrente per imprenditori

L’importanza di avere un conto corrente per imprenditori

Chiunque oggi possiede un conto corrente bancario, anche perché in diverse situazioni è necessario avere a disposizione questo tipo di strumento. Si tratta di un servizio che gli istituti di credito vendono ai propri clienti, disponibile in numerose varianti. Una di queste è il conto corrente per le imprese, comprendendo in questo termine aziende e singoli imprenditori. Un conto corrente per l’impresa differisce da un prodotto per privati cittadini in quanto propone numerose opzioni, diverse da quelle disponibili per i prodotti destinati ai privati.

Il rapporto tra banca e imprenditore

Come abbiamo detto, ci sono situazioni in cui è praticamente obbligatorio avere a disposizione un conto corrente. Questo è vero non solo per il privato, ma anche per un’azienda, che deve garantire la tracciabilità delle transazioni svolte nel corso del tempo. Per altro la banca garantisce alle aziende possibilità di finanziamento, direttamente correlate, in una certa misura, ai movimenti fatti nei mesi dall’azienda stessa. Se un tempo per un imprenditore era importante non mostrare in modo chiaro e netto le proprie transazioni, oggi effettuare scambi di denaro completamente alla luce del sole permette alle aziende di avere una posizione creditizia migliore. La banca quindi non fornisce solo servizi di gestione del denaro all’imprenditore, ma gli consente anche di avere a disposizione una fonte diretta e rapida di finanziamento.

I servizi per le imprese

I conti correnti per l’imprenditore o l’azienda sono detti business. Si tratta di un conto corrente che permette di avere a disposizione servizi particolari, come ad esempio la contabilizzazione delle fatture emesse e pagate, o anche la fornitura di un terminale POS per il pagamento diretto tramite carte di debito o di credito. Oltre a questo il conto corrente business consente di gestire in modo rapido ed efficiente i flussi di denaro, oltre che di ottenere un credito. L’entità di tale credito dipende da una serie di fattori, che riguardano la solidità aziendale ma anche il piano aziendale previsto per il futuro. Solitamente le banche infatti tendono a favorire le aziende che hanno un fatturato elevato e che prevedono ampliamenti e fusioni, o che hanno già in atto importanti commesse. In questi casi si ottiene già oggi il denaro che si potrebbe ricevere domani dai propri clienti, sotto forma di credito da parte della banca.

Come aprire un conto corrente business

Quindi un conto corrente business permette di ottenere del credito, correlato al piano aziendale che si intende porre in atto, o che si sta già attuando. Per attivare questo tipo di conto corrente tale piano aziendale dovrà essere presentato alla banca, che potrà così rendersi conto delle prospettive dell’azienda nel prossimo futuro. Oltre a questo sarà necessario indicare chi, all’interno dell’azienda, potrà svolgere specifiche operazioni, quali ad esempio pagamenti o prelievi di contante. In genere un consulente viene in aiuto all’azienda, proponendo specifici servizi che possono essere utili nel corso del tempo e valutando le opzioni più interessanti tra i prodotti disponibili nella specifica filiale.

Condividi:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.