Mangiare italiano, mangiare sano, mangiare FoodEat

Gli italiani possono giustamente andare fieri delle proprie abitudini alimentari: notoriamente la cucina italiana è considerata la migliore al mondo. Ma per quale motivo c’è questo riconoscimento unanime ad ogni latitudine?

Molto dipende dal fatto che inconsciamente la nostra cucina si poggia su uno dei pilastri della corretta e sana alimentazione: la dieta mediterranea. La nostra cucina è basata su una forte regionalizzazione. Ogni comune ha il suo preparato particolare, il suo dolce, il suo formaggio, il suo salume, il suo vino. L’uso estensivo delle colture di campo, le verdure verdi, il pesce fresco e un bicchiere di vino sembrano essere una costante che viene premiata dai nutrizionisti. Non c’è dubbio che la dieta mediterranea con il suo equilibrio rappresenti un mattone per una sana e corretta alimentazione, che ha dei risvolti innegabili dal punto di vista della salute.

I benefici del mangiare italiano e mangiare sano oggi possono essere ottenuti facendo una scelta a monte, quando andiamo a fare la spesa. La qualità ha un costo, ma se pensiamo che le cure mediche sorpassano di gran lunga il costo di mangiare bene, forse dovremmo operare delle scelte drastiche. È stato notato che a costare di più è il cibo spazzatura, ricco di conservanti chimici e zuccheri, che fanno male al nostro organismo. Un pezzo di pane integrale, che contiene sostanzialmente 4 ingredienti, è molto più sano e meno costoso di una merendina processata in modo che si conservi per mesi. È possibile fare acquisti di qualità scegliendo marchi come FoodEat, che sotto la sua etichetta raduna prodotti e produttori di alto livello, provenienti da realtà regionali maestre nella preparazione di olio d’oliva, conserve, creme, confetture e vini.

I motivi per cui la nostra cucina e in generale la dieta mediterranea incontra così tanto successo, sostenuto da nutrizionisti e oncologi di tutto il mondo, è dato dal mix di varietà, freschezza e salubrità degli alimenti.

I benefici principali:

– la dieta mediterranea è povera di zuccheri semplici e di cibi processati e confezionati. Fa a meno di cibi OGM, si rifà alla tradizione delle campagne, è povera di zuccheri. Prevede i soldi, ma dispensati solo per le feste e non come sostitutivo di un pasto. Non sono previste merendine da supermercato, ma solo prodotti sani, che utilizzano dolcificanti naturali originariamente. Pesci piccoli di mare come le sardine, o grandi come il tonno, fanno la loro parte. E nonostante non possiamo definirci vegetariani, diamo ampio spazio alle verdure, consumate sia fredde, sia calde.

tiene il peso sotto controllo: la dieta mediterranea sazia grazie all’apporto combinato di carboidrati (idealmente da paste e pani integrali), in equilibrio con le proteine che non vengono ricavate esclusivamente dalla carne, ma anche da formaggi leggeri e da legumi.

il regime alimentare è naturalmente ricco di grassi omega-3 monosaturi, che giocano un ruolo fondamentale nella riduzione del rischio di malattie coronariche, circoscrivono le infiammazioni, impediscono ai fattori di invecchiamento di scatenarsi anzitempo, mantenendo bassi i livelli di colesterolo nel sangue e favorendo la fluidità del sangue in circolo.

– Per gli oncologi si tratta di un regime alimentare corretto, che tende a prevenire l’insorgenza dei tumori, sia riducendo gli stati infiammatori, sia eliminando i dannosi zuccheri che creano strati di grasso addominale e fanno ingrossare il fegato.

– È una dieta che previene il diabete e aiuta a tenerlo sotto controllo, in quanto limita l’impiego degli zuccheri e favorisce il consumo di cibi a basso indice glicemico.

– Essendo una dieta gustosa, come sappiamo bene, fa anche bene all’umore, oltre che far bene al cervello (l’olio di oliva extravergine gioca un ruolo determinante in questo, insieme al proverbiale pesce).

Condividi:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.