motivazione intrinseca

Motivazione intrinseca: come aumentarla per avere successo

La motivazione intrinseca si differenzia da quella estrinseca per il fatto che è animata dall’entusiasmo genuino e dal coinvolgimento personale. Ad esempio, un calciatore ha una motivazione intrinseca nel segnare più gol, se c’è una clausola del contratto che lo premia all’ottenimento di un determinato obiettivo. Le ricerche hanno dimostrato ampiamente che la nostra performance cresce con l’aumentare della motivazione. Meno ispirati siamo, peggiori sono le nostre prestazioni, non solo in campo sportivo. Questo è vero soprattutto in campo professionale. Come aumentare allora il proprio livello di partecipazione ed entusiasmo, utilizzare la motivazione intrinseca per ottenere migliori risultati nel proprio lavoro?

Fai una lista delle cose che ti piacciono e ti rendono felice

I libri che ti piace leggere, le cose che ti piace fare, gli hobby, le abitudini che ti fanno stare bene. tutto ciò che ti rende felice. Se non sai come deciderti fai una lista di pro e contro, in ogni caso cerchia quello che ti fa rilassare.

Fai una pausa quando serve

Spesso si dice che i ritmi moderni impongono alle persone di vivere per lavorare, anziché il contrario. Anche se ami il tuo lavoro, l’ambiente in cui ogni giorno ti impegni, lo stipendio, hai bisogno di una pausa. Non solo le ferie in senso stretto, ma a volte anche una pausa mentale. Cerca di non rinunciare ad attività extra con la tua famiglia, gli amici o le persone che ti fanno stare bene: un’uscita, un week end fuori. Noterai l’effetto rigenerante, che ridarà entusiasmo (studi hanno dimostrato che dietro questo rilancio dello stato d’animo, c’è un recupero dovuto al rilascio di ormoni decisivi nello stato umorale).

Usa i ricordi per rivivere il presente

Torna indietro a quando eri veramente felice. Cosa stavi facendo? Che condizioni c’erano? Ricordi quando hai ottenuto dei grandi risultati e tutto ti sembrava più facile? Cerca di capire che c’è del positivo in te che può essere ancora utilizzato, come una riserva strategica da impiegare in battaglia.

Partecipa ad eventi, migliora la vita sociale

Uno degli aspetti sottovalutati nel successo delle persone è che esso dipende dalla capacità di farsi coinvolgere in attività sociali. Se ti piace guardare vecchi film, perché deve per forza essere un hobby solitario? Prova a controllare se qualcuno condivide i tuoi interessi e impegnati per far diventare questo interesse un’occasione per conoscere nuove persone. Possibile che tu non abbia alcun interesse?

Trascorri del tempo con chi ti vuole bene

Oltre al fatto di dover staccare, ogni tanto hai bisogno di un po’ di motivazione extra. A volte hai bisogno di ridere, scherzare, ricevere o dare un abbraccio o qualcuno che con una semplice pacca sulla spalla ti aiuti, ti dia un po’ di motivazione. Soprattutto se sei giù di corda.

Agisci, non pensare troppo

Le persone di maggior successo, quando devono dare consigli, spesso si limitano a raccomandare l’azione. Cioè anziché pensare di fare una cosa, farla e basta. La procrastinazione, il rimandare continuamente le cose a un futuro prossimo, è una sorta di ricetta perfetta per l’insuccesso. Se rimandi, posponi prima o poi ti troverai con tante cose in mano da fare, che non ne farai alcuna. L’azione è l’unica cosa che ti può premiare, perché non c’è cosa peggiore del rimpiangere un’azione mai intrapresa. Vale in campo sentimentale, ma anche in campo lavorativo.

Cerca di stare bene

Se dietro i tuoi problemi, dietro la tua scarsa motivazione ci sono dei problemi di salute, prima intervieni su questi. Tieni conto che a volte la scarsa motivazione è dovuta a problemi ormonali, magari relativi alla tiroide. Lo sbilanciamento ormonale, nell’uomo, può anche essere determinato da valori bassi di Testosterone e vitamina D. Naturalmente se il momento no, di bassa motivazione, è prolungato verifica di non avere troppa ansia o di non passare uno stato depressivo.

Stabilisci i tuoi obiettivi

Questa storia di avere obiettivi è sopravvalutata. Spesso la vita dipende dalle opportunità e dalle coincidenza. Ma capire da che parte devi andare, che direzione intraprendere è indispensabile per cogliere le opportunità. Se stai facendo qualcosa perché altri la fanno, non andrai molto lontano. Cerca di capire la tua strada in anticipo. Cogline i segni analizzando ciò che ti piace fare e cosa ti fa stare bene.

Tieni un diario di quello che fai

Questo consiglio viene sempre dispensato e sembra inutile perché ormai c’è la disabitudine a scrivere. Eppure funziona. Scrivi ogni giorno su quello che devi fare e vuoi ottenere. Non c’è alcuna magia dietro. Non si avvereranno per forza le cose che scriverai. Ma ti ricorderà chi sei e cosa vuoi quando ti sembrerà di esserti smarrito/a.

Non fare affidamento sulla fortuna o sulle coincidenze

Può anche capitare che vinci al Superenalotto e che risolvi di colpo i tuoi problemi. Ma se gli impedimenti sono solo di natura economica, allora sei fortunato. Non saranno i soldi in più a renderti più motivato. Non fare affidamento alla combinazione di casi. Cerca di lavorare sempre sul tuo obiettivo, non perdere mai il focus anche quando stacchi. Uno dei consigli migliori che mi è capitato di ascoltare è il seguente: il successo non viene dalla somma di grandi successi parziali, ma di piccoli risultati messi in cascina con il tempo. Pensa al Tour de France o al campionato di calcio: arrivi primo dopo tanta fatica. Quindi non pensare che ti manchi solo un pizzico di fortuna per riuscire, perché spesso stai commettendo degli errori che non vedi. Quasi sempre errori di approccio o di prospettiva. Il consiglio migliore, dunque, è quello di non deviare mai dal disegno generale anche quando stai facendo piccoli passi. Se ti sembra che fare una cosa piccola danneggi il tuo progetto più grande, semplicemente non farlo. Pensa alle dipendenze: il fumatore incallito, quando smette, a un certo punto penserà che una semplice tirata di sigaretta non gli farà male. Eppure, finisce per riprendere a fumare e questo perché non ha pensato all’obiettivo generale per un solo secondo. Tu non fare come lui, rafforza la tua motivazione intrinseca avendo sempre in mente dove vuoi arrivare. Passo dopo passo ci arriverai,

Condividi:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.