Riattivo

Idee e contributi

Packaging e imballaggio

Pubblicato il da in Impresa

Il packaging è quell’importante attività con la quale le aziende determinano l’identità di un proprio prodotto. Nonostante la parola packaging identifica il processo di confezionamento, l’attività di packaging si riferisce a quella serie di aspetti legati la realizzazione delle confezioni che poi vengono immesse sul mercato.  Studiare un determinato confezionamento vuol dire utilizzare ed elaborare molteplici meccanismi di estetica che servono a lanciare un messaggio e comunicare un’idea.

Quindi la funzione più importante del packaging è quella dell’imballaggio ovvero di proteggere il prodotto dagli svariati fattori esterni quali umidità, urti e condizioni igieniche scarse.

Oggi invece il packaging ha altre funzioni che comprendono certamente l’estetica e l’informazione.

Si può affermare che il packaging presenta il prodotto. Le grandi aziende ma anche le piccole o le medie hanno un continuo bisogno di comunicare con forza il loro messaggio e nei punti vendita, in mezzo ad una sconfinata serie di prodotti è necessario farsi riconoscere dal consumatore.

Il packaging è un universo in continua espansione e riceve sempre maggior attenzione da parte delle aziende, dal punto di vista comunicativo. Se è vero che il marketing cerca di piazzare il prodotto sul mercato è altrettanto vero che il packaging non può sottrarsi alla logica del vendere, del comunicare e dell’ammiccare. Importante è che l’imballaggio ovviamente non smetta di assolvere la sua funzione principale: per questo motivo le scatole di cartone per imballaggio tipiche continuano ad essere ricercate (vedi: scatolifciosicar.com)

La comunicazione va al di là del semplice informare il potenziale cliente sulle caratteristiche di un prodotto. Le informazioni presenti nelle etichette danno valore al brand,; ciò avviene soprattutto per quanto riguarda i prodotti alimentari.

Il packaging oggi è uno strumento sempre più apprezzato per le sue specifiche funzioni che da un lato contengono, preservano e conservano un prodotto e dall’altro lato è in grado di trasmettere un’identità precisa a ciò che si vuol vendere.

Affinchè il packaging sia utilizzato come valido strumento di comunicazione non può non prendere in considerazione tre elementi chiave che sono il colore, che deve essere coerente col prodotto; l’etichetta che riporti fedelmente ogni singola informazione a norma di legge, e un simbolo che identifichi l’azienda e che a prima vista sia capace di attirare l’attenzione del potenziale acquirente.

Quindi ci troviamo di fronte a qualcosa di molto importante e da non sottovalutare. un ottimo packaging è in grado di migliorare la percezione di un brand e di conseguenza può far aumentare le vendite; al contrario, uno scarso o poco efficace packaging, danneggia l’azienda e le vendite inevitabilmente potrebbero risentirne.

In conclusione si può sintetizzare che il packaging è l’involucro che serve ad imballare i prodotti. Sul mercato esistono tre tipi di packaging: quello primario che è destinato alla vendita, quello secondario che ha finalità multiple e quello terziario che è pensato per il trasporto.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.